La callicreina 1 del tessuto umano migliora la funzione erettile - Disfunzione Erettile

La callicreina 1 del tessuto umano migliora la funzione erettile Disfunzione Erettile

Riporto questo interessante studio che apre delle interessanti strade per:

 il trattamento della disfunzione erettile legata all’età

In precedenza, abbiamo dimostrato che la callicreina 1 (hKLK1) del tessuto umano migliora la disfunzione erettile correlata all'età (DE). L'autofagia è stata implicata in malattie legate all'età, tra cui l'ED.

Tuttavia, i meccanismi molecolari alla base del miglioramento mediato da hKLK1 dell'ED legato all'età tramite regolazione dell'autofagia rimangono sconosciuti.

Per esplorare il potenziale meccanismo, i ratti Sprague-Dawley (WTR) di tipo selvatico maschio e i ratti transgenici che ospitano il KLK1 (TGR) umano sono stati allevati fino a 4 o 18 mesi di età e divisi in tre gruppi: giovane WTR (yWTR) come gruppo di controllo , gruppo WTR (aWTR) invecchiato e gruppo TGR (aTGR) invecchiato.

La funzione erettile di ciascun topo è stata valutata utilizzando l'elettrostimolazione del nervo cavernoso.

Sono stati anche misurati il ​​rapporto tra pressione intracavernosa / pressione arteriosa media (ICP / MAP) e ICP totale. Sono stati eseguiti western blotting, immunoistochimica e microscopia elettronica a trasmissione per rilevare i livelli di autofagia. I livelli di espressione dei relativi percorsi di segnalazione sono stati determinati mediante western blotting e immunoistochimica.

Abbiamo scoperto che hKLK1 ha migliorato la compromissione della funzione erettile dei ratti anziani.

Rispetto ai gruppi yWTR e aTGR, il gruppo aTR ha mostrato un ridotto rapporto muscolo liscio / collagene, meno autofagosomi e minore espressione di Beclin 1 e LC3-II, che indicano una ridotta funzione della muscolatura liscia e un basso livello di autofagia nelle cellule muscolari lisce.

Inoltre, la via di segnalazione PI3K / Akt / mTOR, che è considerata un regolatore negativo dell'autofagia, era sovraregolata nel gruppo aWTR. L'hKLK1 può parzialmente ripristinare la funzione erettile nei ratti transgenici invecchiati mediante sovraregolazione dell'autofagia protettiva tramite la via PI3K / Akt / mTOR.

Queste osservazioni indicano che hKLK1 è un potenziale candidato alla terapia genica per l'ED correlata all'età.

 

Original Article

Human tissue kallikrein 1 ameliorates erectile function via modulation of macroautophagy in aged transgenic rats

Z. Tang  K. Cui  Y. Luan  Y. Ruan  T. Wang  J. Yang  S. Wang  J. Liu  D. Wang

First published: 25 June 2018 https://doi.org/10.1111/andr.12512

 

 

 



Un caro saluto, Dr. Andrea Militello