Colica renale. Cosa fare per evitare la recidiva? | Andrologo Roma, Urologo Roma

Domanda: Colica renale. Cosa fare per evitare la recidiva?

Salve, sono una ragazza di 25 anni. Recentemente ho avuto una forte colica renale che mi ha costretta ad andare al pronto soccorso. Ho espulso il calcolo con l urina e l ho fatto analizzare. Il calcolo era 100% di ossalato di calcio. L'altro giorno ho fatto un'ecografia renale di controllo. Il referto è stato: "L'attuale controllo ecografico mostra i reni in clinostatismo in sede, di regolare morfologia e dimensioni nei limiti della norma. Regolarmente rappresentato il rapporto cortico-midollare e la quota parenchimale bilaterale. Sono presenti in entrambi i reni alcune millimetriche ipereflessività compatibili con una condizione microlitiasica, in assenza di dilatazioni calicopieliche apprezzabili con la metodica". A quanto ho capito ho della "renella" le vorrei chiedere siccome prima non bevevo ma dopo la colica bevo ogni giorno 1.5 l e siccome sono terrorizzata dalla possibilità di una nuova colica renale.. le vorrei chiedere se bevendo costantemente ogni giorno questa renella può darmi una nuova colica renale? Grazie mille e le auguro buon lavoro.

Risposta: Dr. Militello Andrea

 

Salve, bevendo circa 2 litri e mezzo di acqua al giorno la renella è impossibilitata a compattarsi e quindi a formare i calcoli sono utili in questi casi delle terapie periodiche con citrato di potassio


Un caro saluto, Dr. Andrea Militello (contatti)




Ricerca in Esperto Risponde





INSERISCI DOMANDA