Il tribulus terrestris e l’aumento del testosterone. Verità scientifica o marketing? - Testosterone

Il tribulus terrestris e l’aumento del testosterone. Verità scientifica o marketing? Testosterone

Riporto un interessante lavoro che, purtroppo, contraddice le mie convinzioni…ma bisogna essere obiettivi.

Il Tribulus terrestris (TT) è una pianta erbacea dicotiledone della famiglia Zygophyllaceae. Nella medicina antica, estratti delle parti aeree e dei frutti sono stati utilizzati per le sue proprietà diuretiche, toniche e afrodisiache.

Oggi, TT è ampiamente utilizzato da atleti e bodybuilder sulla base della convinzione, alimentata da affermazioni nelle informazioni di marketing, che può aumentare le concentrazioni di testosterone.

Per valutare l'effetto di TT sui livelli di testosterone nell'uomo e negli animali, è stata effettuata una ricerca di letteratura elettronica utilizzando sette database e il database dei brevetti fino all'agosto 2013. Sono stati inclusi studi randomizzati di controllo, che includevano soggetti umani sani che assumevano TT come integratore unico o combinato, insieme a studi sugli animali con TT come unico trattamento per un certo numero di specie.

Undici studi hanno soddisfatto i criteri di inclusione, inclusa una domanda di brevetto. I risultati hanno mostrato che gli studi variavano per durata, dosaggio e integrazione con TT come trattamento unico o combinato, rendendo impossibile la meta-analisi. Un numero limitato di studi sugli animali ha mostrato un aumento significativo dei livelli di testosterone sierico dopo la somministrazione di TT, ma questo effetto è stato osservato solo negli esseri umani quando TT faceva parte di una somministrazione combinata di integratori.

La letteratura disponibile per l'efficacia di TT sull'aumento delle concentrazioni di testosterone è limitata.

Le prove fornite fino ad oggi suggeriscono che il TT non è efficace per aumentare i livelli di testosterone nell'uomo, pertanto le dichiarazioni di marketing non sono comprovate. L'effetto di rilascio dell'ossido nitrico di TT può offrire una spiegazione plausibile delle risposte fisiologiche osservate all'integrazione TT, indipendentemente dal livello di testosterone.

 

Fonte :

https://doi.org/10.3109/19390211.2014.887602



Un caro saluto, Dr. Andrea Militello

 

"..Continua la lettura di altri articoli"