Crisina : un metodo naturale per bloccare l’aromatizzazione del testosterone - Anabolizzanti Androgeni

Crisina : un metodo naturale per bloccare l’aromatizzazione del testosterone Anabolizzanti Androgeni

L'enzima citocromo P450 funziona come enzima limitante la velocità nel trasformare gli androgeni in estrogeni.

L'inibizione dell'aromatasi è uno degli obiettivi significativi del trattamento delle malattie dipendenti dagli ormoni come il cancro al seno, soprattutto nelle donne in post-menopausa.

 Composti naturali come la crisina, possono essere utili per inibire l'aromatasi per la chemioprevenzione dopo il trattamento o nelle donne a rischio di contrarre il cancro al seno.

Spesso il blocco della aromatizzazione viene anche cercato dagli sportivi che intendono aumentare il livello del testosterone o che , usando testosterone esogeno, vogliono imperdirne la aromatizzazione

Un recento studio intendeva riassumere le prove esistenti sull'effetto della crisina sull'attività dell'aromatasi.

 Glia autori cercato sistematicamente Science Direct, PubMed e Google Scholar e manualmente gli elenchi di riferimento degli articoli pertinenti identificati, fino al 5 febbraio 2019.

 Sono stati studiati articoli con abstract in inglese che riportavano l'effetto della crisina sull'inibizione dell'aromatasi e senza limitazione della data di pubblicazione.

 

 Venti articoli rilevanti sono stati scelti da un totale di 1721 articoli.

 È stato eseguito un solo studio sull'uomo e due studi sui ratti, mentre altri studi sono stati valutati in vitro.

 Tutti gli studi tranne uno hanno dimostrato che la crisina aveva la potenza di inibizione dell'aromatasi; tuttavia, solo uno studio condotto su cellule stromali endometriali ha mostrato che la crisina e la naringenina non indicavano proprietà inibitorie dell'aromatasi.

Vari metodi di analisi e condizioni sperimentali sono stati gli aspetti importanti che hanno portato a risultati diversi tra gli studi.

 La crisina ha la capacità di inibire l'enzima aromatasi e quindi può essere utile nella prevenzione e nel trattamento del cancro al seno dipendente dall'ormone e come terapia adiuvante per le malattie dipendenti dagli estrogeni.

Inoltre può essere utilizzata come inibitore della conversione del testosterone in estrogeni anche a fini sportivi o per aumentare relativamente i livelli di testosterone 



Un caro saluto, Dr. Andrea Militello

 

"..Continua la lettura di altri articoli"